Funzioni speciali

Funzioni Speciali:


Calibrazione automatica del Segnale TVI


La funzione di Calibrazione automatica del Segnale TVI permette la regolazione automatica dei parametri caratteristici del Segnale TVI già dopo tre mesi dalla data d’impianto. In questo modo le funzioni correlate sono attivabili.

Confronto a lungo termine del Segnale TVI

Questa funzione permette la comparazione tra Segnali TVI registrati in periodi temporali diversi per valutare la stabilità emodinamica nel lungo periodo.

Verifica Eiezione dopo Pacing Ventricolare

La funzione di Verifica Eiezione dopo Pacing Ventricolare verifica l’efficacia dell’impulso di stimolazione e, in caso di pacing inefficace, aumenta l’energia per ripristinare una corretta stimolazione.


Se l’atteso incremento di TVI non è confermato dopo un impulso di stimolazione, si assume una mancata cattura ventricolare e viene aumentata l’energia dell’impulso.
Il pacemaker memorizza il numero di allarmi di mancata cattura e l’andamento dei parametri dell’impulso.

Verifica Eiezione dopo Sensing Ventricolare

La funzione Verifica Eiezione Dopo Sensing Ventricolare garantisce una stimolazione di sicurezza in caso di oversensing.


Se l’atteso incremento di TVI non è registrato in una serie di 3 eventi di sensing ventricolare, qualsiasi modalità di pacing ventricolo-inibita viene convertita nella corrispondente modalità ventricolo-triggerata, al fine di garantire una stimolazione di sicurezza.
Il pacing ventricolare triggerato o inibito dal sensing si alternano ad ogni battito, in modo da ripristinare il funzionamento normale appena la funzione di sensing ritorna totalmante affidabile.
Il numero di allarmi di mancata eiezione dopo sensing ventricolare è registrato nella memoria del pacemaker.

Algoritmo di minimizzazione del Pacing Ventricolare

La funzione di minimizzazione del Pacing Ventricolare promuove la conduzione Atrio-Ventricolare intrinseca tramite commutazione automatica da pacing bicamerale a pacing solo atriale.
Per evitare il pericolo di sistole atriale su valvole chiuse, il massimo PR intrinseco consentito si accorcia dinamicamente in base alla frequenza cardiaca.

L’effettiva presenza di attività ventricolare può essere ulteriormente verificata mediante la sorveglianza emodinamica basata sul segnale TVI.

Riconoscimento del tipo di catetere e della data di impianto

Il pacemaker è in grado di riconoscere la polarità del catetere e memorizza la data di impianto.

 

Commutazione automatica della polarità degli elettrocateteri

In caso di valori misurati di impedenza di catetere al di fuori del range di normalità il pacemaker commuta automaticamente la polarità di pacing e di sensing da bipolare a unipolare.

 

 

Prodotti | Tecnologia | Supporto | Contatti